Tag Archive:ditta smaltimento eternit roma

Smaltimento eternit Roma sud

Siete residenti in un dei quartieri a sud della Capitale? Sappiate che almeno una casa su due avrebbe bisogno di interventi relativi alla bonifica dalla presenza di amianto o eternit.

Il dato – estremamente preoccupante in quanto i residui dispersi nell’aria a causa dello sfaldamento del cemento amianto possono provocare gravi forme tumorali – è emerso da uno studio condotto su smaltimento eternit Roma sud dallo staff di Azzurra Bonifiche.

Azzurra Bonifiche, azienda romana specializzata da anni nella bonifica e nello smaltimento di manufatti in eternit e cemento amianto, ha deciso di rivelare questi dati al fine di sensibilizzare la popolazione proprio sullo smaltimento eternit Roma sud.

Seppur la legge emanata nel 1992 determini che non possa più essere utilizzato l’amianto nelle costruzioni, molte case costruite antecedentemente a questa data non hanno ancora provveduto ad una bonifica.

E, ancor peggio, molti si sono affidati a tecnici non specializzati ricevendo una “diagnosi” errata relativa alla non pericolosità.

Solo se sfaldato, infatti, l’amianto genera polveri cancerogene ed è possibile che al momento dei rilievi questo risultasse ancora intatto. Ma controllare e monitorare costantemente lo stato dell’amianto è impossibile per non addetti ai lavori ed è fondamentale, quindi, rivolgersi ad una ditta specializzata.

Amianto ed eternit nelle abitazioni: ecco dove si trova

L’indagine tra i condomini di Roma sud ha evidenziato che la presenza di amianto è estremamente elevata soprattutto presso: rivestimenti in linoleum (presenti anche in scuole ed edifici pubblici), canne fumarie, rivestimenti ignifughi e sottotetti.

È fondamentale, per proteggere la salute degli abitanti e di coloro che si trovano a frequentare luoghi dove è presente eternit o amianto, effettuare uno smaltimento controllato il prima possibile.

Per avere informazioni riguardo alle possibilità offerte da Azzurra Bonifiche per lo smaltimento eternit Roma sud e per ricevere un preventivo gratuito è possibile chiamare o compilare il modulo di contatto sul sito: un responsabile dello staff sarà in grado di indirizzarvi verso l’intervento migliore per la vostra abitazione.

Normativa smaltimento eternit

Volete saperne di più sulla normativa smaltimento eternit? Siete interessati a sapere come bonificare la vostra abitazione dal rischio amianto?

In questo articolo scopriremo nel dettaglio la normativa smaltimento amianto e vedremo come intervenire affidandosi a professionisti specializzati nella bonifica di eternit e amianto a Roma.

Azzurra Bonifiche, nello specifico, è una ditta romana impegnata da anni nella valutazione del rischio amianto e nello smaltimento di quest’ultimo sulla base di ciò che è riportato nella normativa per lo smaltimento eternit di riferimento.

Piano Regionale Amianto: ecco le specifiche della Legge 257/1992

In data 13 aprile 1992 è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale la normativa relativa alla cessazione dell’impiego dell’amianto. Nel dettaglio, la legge “concerne l’estrazione, l’importazione, la lavorazione, l’utilizzazione, la commercializzazione, il trattamento e lo smaltimento, nel territorio nazionale, nonché l’esportazione dell’amianto e dei prodotti che lo contengono e detta norme per la dismissione dalla produzione e dal commercio, per la cessazione dell’estrazione, dell’importazione, dell’esportazione e dell’utilizzazione dell’amianto e dei prodotti che lo contengono, per la realizzazione di misure di decontaminazione e di bonifica delle aree interessate dall’inquinamento da amianto, per la ricerca finalizzata alla individuazione di materiali sostitutivi e alla riconversione produttiva e per il controllo sull’inquinamento da amianto”.

Inoltre, “sono vietate l’estrazione, l’importazione, l’esportazione, la commercializzazione e la produzione di amianto, di prodotti di amianto o di prodotti contenenti amianto”.

Dunque una finalità precisa espressa chiaramente tra gli articoli 1 e 2 della legge 257/1992: quella di impedire che vengano più prodotti manufatti in amianto cercando, altresì, di bonificare e smaltire quelli già presenti presso stabili privati o industriali.

Amianto: quando è pericoloso?

La legge in questione fa anche riferimento all’utilizzazione dell’amianto, spiegando che è vietata “la lavorazione e la produzione di prodotti di amianto o di prodotti contenenti amianto libero o legato in matrice friabile o in matrice cementizia o resinoide, o di prodotti che comunque possano immettere nell’ambiente fibre di amianto”. Infatti, la pericolosità dell’amianto si rivela in special modo quando quest’ultimo si deteriora, rilasciando nell’aria sostanze cancerogene.

E non solo, esiste una regolamentazione in merito anche ai “materiali di scarto delle attività estrattive di amianto, i detriti e le scorie delle lavorazioni che utilizzano amianto, anche provenienti dalle operazioni di decoibentazione nonché qualsiasi sostanza o qualsiasi oggetto contenente amianto che abbia perso la sua destinazione d’uso e che possa disperdere fibre di amianto nell’ambiente in concentrazioni superiori a quelle ammesse”.

Ditta smaltimento eternit Roma

Hai necessità di bonificare dall’amianto la tua abitazione? O sei un responsabile aziendale che deve valutare il rischio presso lo stabile lavorativo? Questo è l’articolo che fa per te.

Eternit: cos’è

Ma andiamo con ordine: cos’è l’eternit? Il nome – associato nel linguaggio comune con l’amianto – nasce dalla ditta “Eternit” che, in passato, produceva manufatti in cemento amianto. La produzione di eternit è stata interrotta nel 1992 grazie ad una normativa che ne impedisce anche la vendita e l’uso (legge 257/1992).

Quando si hanno dubbi sulla presenza o meno dell’amianto è bene, come prima cosa, valutare la data di realizzazione di un edificio o di un manufatto: se successiva al 1992 non si corrono rischi. Nello specifico, l’amianto (e dunque tutti i manufatti realizzati dalla Eternit) è un minerale dannoso per la salute umana nel momento in cui le fibre si disperdono nell’aria a causa di corrosione o incuria.

L’eternit, nello specifico, è particolarmente dannoso in quanto è particolarmente friabile e soggetto alla frantumazione. In questo caso, l’esposizione anche di breve durata può causare l’insorgenza di forme di tumore alle vie respiratorie.

Un motivo importante per privati e aziende di contattare una ditta per lo smaltimento dell’eternit a Roma che si occupi di valutare la situazione, bonificare eventuali manufatti in eternit e smaltirli secondo la normativa vigente. I professionisti della ditta smaltimento eternit Roma Azzurra Bonifiche saranno in grado di effettuare un sopralluogo presso la vostra abitazione o lo stabile aziendale in modo tale da valutare il rischio presente e effettuare un preventivo per la messa in smaltimento dell’eternit.

Privati ed aziende: liberatevi dell’eternit

Il problema dell’eternit è riscontrabile – come accennato – sia presso le abitazioni private sia presso aziende con sede in capannoni non messi a norma. Per venire incontro alle esigenze dei cittadini e dei responsabili aziendali, lo staff di Azzurra Bonifiche è pronta ad operare per risolvere in maniera efficace problematiche legate allo smaltimento dell’eternit.

La ditta smaltimento eternit Roma Azzurra Bonifiche, inoltre, garantisce di svolgere il proprio lavoro sollevando il privato o l’azienda da qualsiasi incombenza amministrativa in quanto tutti i lavori eseguiti saranno svolti in rispetto delle normative vigenti.

A maggior ragione per le aziende (che siano provate o del settore pubblico) è fondamentale smaltire l’eternit presente presso gli stabilimenti nei quali operano in modo tale da garantire un prodotto finito libero da contaminazioni che potrebbero – in caso contrario – inficiare sulla qualità e sulla possibilità di vendere i prodotti sul mercato.

Chiaramente ad entrare in ballo è anche la questione legata alla salute del personale: ricordate che una forza lavoro sana, soddisfatta e ascoltata è il vero motore dell’azienda e la riconoscimento delle sue esigenze sarà veicolo di maggiore collaborazione e minori spese formative.